Confortaree Srl

Domande sulla bioedilizia

 

In questa pagina troverete le risposte alle domande che più frequentemente ci troviamo a rispondere. L'obiettivo è quello di dar voce alle vostre curiosità più ricorrenti ma siamo sempre a vostra disposizione per qualsiasi tipo di informazione aggiuntiva.

1. Una casa in bioedilizia costa più di una casa in edilizia tradizionale?
Non è possibile generalizzare la risposta ad un semplice "si" o "no". Ogni caso infatti è a se e va studiato singolarmente considerando tutti gli aspetti tecnico-costruttivi quali per esempio forma e grandezza dell'abitazione, numero dei piani, materiali impiegati, quantità, tipologie e dimensioni dei serramenti, ecc.

Detto questo, è bene evidenziare che da una parte i materiali impiegati nella bioedilizia sono più costosi di quelli tradizionali, dall'altra i tempi di costruzione, se si parla di bioedilizia preassemblata, sono decisamente più bassi di quelli di una casa tradizionale in cemento armato e muratura poiché richiede molta meno manodopera, il cui costo rappresenta oggigiorno una grande percentuale dell'onere totale da sostenere per la costruzione di una casa.

2. Le case in bioedilizia hanno qualche limitazione strutturale, architettonica e/o impiantistica?
Assolutamente no, è possibile personalizzare la propria casa in bioedilizia senza alcun tipo di vincolo o limitazione sopraccitata. 

3. Quanto tempo serve per la realizzazione della casa?
La realizzazione di una casa in bioedilizia chiavi in mano richiede mediamente 5 mesi.

4. A cosa è dovuto il risparmio energetico delle case in bioedilizia?
Il risparmio energetico è dovuto in primis al ricorso astratigrafie costituite da materiali con pregiatissime caratteristiche termiche (valori di conducibilità termica molto bassi) che, in inverno, non permettono al calore interno di essere disperso verso l'esterno, e, viceversa in estate, mantengono l'interno fresco, impedendo al calore esterno di entrare in casa.
In aggiunta, tale risparmio può essere ulteriormente accresciuto ricorrendo a tecnologie che, utilizzando il sole come fonte di energia, producono energia elettrica (pannelli fotovoltaici) o acqua calda (pannelli solari).

5. Il prezzo può variare durante l'iter realizzativo?
No. Una volta sottoscritto il contratto, il prezzo della casa è immutabile. Inoltre, essendo i tempi di costruzione molto bassi, si è sicuri che i prezzi di materiali e manodopera non possano lievitare rispetto a quelli pattuiti.
 

6. Trattandosi prevalentemente di strutture lignee, sono più esposte al rischio incendi?
No. Uno dei pregiudizi generali è che il legno sia meno adatto a resistere al fuoco rispetto ai materiali da costruzione tradizionalmente impiegati in Italia quali cemento armato e acciaio. Questo fatto, a grande scapito del legno, è assolutamente fuorviante nella scelta per le strutture portanti di una casa.
Numerosi studi hanno infatti messo in evidenza le grandi qualità di resistenza al fuoco del legno durante un incendio: il legno è in grado di lasciarsi attraversare dal calore in più tempo rispetto ai suoi due diretti concorrenti precedentemente citati, modificando la sua struttura in tempi molto più dilatati. Per di più, dal momento che la carbonizzazione della superficie di una struttura in legno riduce via via il passaggio verso l'interno del fuoco, il legno non collassa all'improvviso ed è come se le strutture in legno si autoestinguessero, rallentando la combustione della sezione resistente. Questo fatto è caratteristico esclusivamente del legno e non si ritrova negli altri materiali classici da costruzione dove la combustione, presentando un andamento esponenziale, aumenta con il progredire dell'incendio. 
La conclusione è quindi che, in caso di incendio, una struttura lignea resiste per più tempo rispetto ad una in calcestruzzo armato o acciaio.

7. È richiesta una manutenzione particolare?
No. Le case in bioedilizia non richiedono alcun intervento di manutenzione particolare e/o aggiuntiva rispetto a quella richiesta da una casa tradizionale.

8. È possibile che con il tempo la struttura marcisca o subisca un deperimento?
No. Le strutture in legno impiegate sono tutte trattate al fine di migliorarne le caratteristiche meccaniche ma allo stesso tempo anche la durabilità. Inoltre, nel tempo il legno migliora le sue caratteristiche per effetto di una "stagionatura" permanente.
Inoltre, è bene anche evidenziare che i legni di conifere (quelli impiegati nelle case in bioedilizia), essendo legni resinosi, non costituiscono l'ambiente ideale per le larve dei parassiti come i tarli.

9. Le case in bioedilizia sono mutuabili e assicurabili?
Come tutte le altre costruzioni, le case in bioedilizia sono mutuabili ed assicurabili con i medesimi premi relativi alle case tradizionali.
Confortaree può suggerire compagnie assicurative con la possibilità di stipulare polizze su misura.

10. Le case in bioedilizia subiscono una svalutazione nel corso degli anni?
No. Oggi finalmente le leggi di mercato italiane premiano maggiormente le case a basso consumo energetico rispetto a quelle realizzate con materiali tradizionali. In prospettiva futura, allorquando interverranno normative ancora più severe in termini di consumo energetico, le case in bioedilizia, essendo caratterizzate da consumi nettamente minori, potranno ottenere valutazioni ancora maggiori rispetto ad edifici di classe energetica più bassa.

11. Qual è la differenza tra una casa ecologica ed una casa in bioedilizia?
La differenza tra le due sopraccitate tipologie risiede nel fatto che la prima individua una struttura realizzata con materiali non nocivi, ecologici, mentre la seconda una casa costruita in modo tale da limitare notevolmente i consumi energetici ricorrendo a materiali naturali con pregiate caratteristiche termiche come per esempio la lana di roccia o la lana di legno.

12. Una casa in legno è antisismica?
Certamente. Anzi il legno è un materiale ideale per le costruzioni antisismiche, sicuramente migliore degli edifici in muratura, perché non può sbriciolarsi nèspezzarsi, a differenza degli edifici tradizionali.A riprova di ciò esistono molti esempi di strutture edificate in legno che hanno resistito alla forza dirompente di alcuni terremoti distruttivi.
Il legno è una struttura flessibile e le nostre abitazioni sono tutte progettate e garantite antisismiche.

13. Perché si dovrebbe preferire una casa in bioedilizia ad una casa in edilizia tradizionale?
I vantaggi di una casa in bioedilizia che motivano il ricorso a questa tecnologia piuttosto che ad una casa in edilizia tradizionale sono molteplici:

  • Sicurezza garantita; 
  • Lunga durata; 
  • Alta stabilità del valore nel tempo; 
  • Materiali impiegati di altissima qualità; 
  • Isolamento termico ottimale e quindi elevato risparmio energetico; 
  • Impiego di materiali ecologici; 
  • Basso impatto ambientale; 
  • Ridotte emissioni di fumi inquinanti; 
  • Maggiore superficiale abitabile rispetto alle case convenzionali; 
  • Isolamento acustico altissimo; 
  • Maggior comfort abitativo; 
  • Possibilità di personalizzazione totale della propria casa; 
  • Utilizzo di tecnologie innovative; 
  • Tempi di costruzione brevi e precisi.

14. È possibile avere un unico referente per tutte le operazioni progettuali e realizzative della casa?
Confortaree offre al cliente la possibilità di essere l'unico referente sia per la fase di progettazione sia per la fase di costruzione e montaggio della casa, mettendo a sua completa disposizione il suo team di esperti. Così facendo il cliente potrà rivolgersi sempre e solo a Noi per qualsiasi richiesta ed informazione.

 

CONFORTAREE S.R.L.

via Roma, 63
28073 Fara Novarese [NO]
tel. / fax +39 0321 829594
p.iva/c.f. 02105500033

richieste@confortaree.it

 

NEWSLETTER

REGISTRATI ADESSO per ricevere la nostra newsletter. Iscriviti per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità.

SEGUICI SU

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione li accetti.